Musica

Tra ceramica e musica: la Tosca a Grottaglie, un evento straordinario

Grottaglie, città di origine medievale in provincia di Taranto, è nota da tempo per la sua produzione di ceramiche artistiche.

Qui infatti, lungo la Gravina di San Giorgio, si è venuto a delineare, secolo dopo secolo, il caratteristico quartiere dei ceramisti: un intero quartiere di esperti nella lavorazione della ceramica i quali, dalle rocce degli ambienti ipogei sono riusciti a ricavare laboratori e forni di cottura, utilizzati in passato anche come frantoi, riuscendo a mettere in piedi una fiorente attività artigianale  conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo.

Grottaglie, unico centro ceramico pugliese

Non è un caso che ad oggi Grottaglie risulti essere l’unico centro ceramico pugliese tutelato dal marchio D.O.C. ed inserita nel ristretto elenco delle ventotto città della ceramica italiana.

Tra gli eventi di particolare interesse legati alla valorizzazione di questo prodotto artigianale vanno certamente segnalati la Mostra della Ceramica e la Mostra del Presepe, oltre al Museo della Ceramica ubicato nelle sale del Castello Episcopio, a ridosso del quartiere della ceramica, nella zona più antica del borgo.

 

Castello-Episcopio-Grottaglie
Castello Episcopio

 

La Tosca a Grottaglie

Quest’anno il tema principale sul quale verterà la mostra della ceramica è rappresentato dal connubio “Terra identità, luogo, materia” e si svolgerà dal 23 giugno al 30 settembre presso l’Antico Convento dei Cappuccini, sempre nel centro grottagliese.

Oltre alla mostra della ceramica, ci sarà un altro grande e straordinario evento che allieterà l’inizio dell’estate grottagliese: la rappresentazione della Tosca, l’opera lirica in tre atti di Giacomo Puccini ispirata all’omonimo dramma di Victorien Sardou, una cupa vicenda di passione e morte che si svolge a Roma nel 1800.

 

Alberto Veronesi

 

 

Tosca, la trama

Ne è protagonista la cantante Floria Tosca, amante del pittore Mario Caravadossi, nobile e liberale. Il barone Scarpia, ministro della giustizia pontificia, riesce a carpirle con l’inganno indicazioni sufficienti a incriminare l’amante, sospetto di aver dato asilo a un bandito, promettendole poi di salvarlo, purché ella gli si conceda.

Ma appena ottenuto il salvacondotto Tosca uccide Scarpia, corre alla prigione di Castel Sant’Angelo dove si trova il suo amato, fiduciosa che l’esecuzione di Caravadossi sia, come le è stato promesso, solo simulata. Il pittore viene invece realmente giustiziato e per questo Tosca, disperata, finirà col gettarsi dagli spalti della fortezza.

 

Cave-di-Fantiano-Grottaglie
Cave di Fantiano

 

Le Cave di Fantiano

A dirigere un’opera di tale tenore, celebre in tutto il mondo, sarà il Maestro Alberto Veronesi che ha, per questa circostanza, dichiarato: “Dirigere un’opera così importante come la Tosca è una grandissima responsabilità e la vastità del palcoscenico naturale delle Cave di Fantiano renderanno l’esibizione un’esperienza unica”.

Location d’eccezione, infatti, saranno le Cave di Fantiano, il teatro all’aperto immerso nel parco nato dal recupero delle antiche cave di tufo e sabbia, ad ospitare il grande capolavoro di Giacomo Puccini.

La Tosca a Grottaglie, dove e quando

Tosca, 22 giugno, Cave di Fantiano, Grottaglie, Taranto. Platea 33 €, settore A 26 €, settore B/C 16 €, ridotto (over 65, under 20) 10 €, gratuito (bambini da 0 a 3 anni). I biglietti possono essere acquistati on line sul sito  http://www.liveticket.it/toscagrottaglie o acquistati direttamente nei vari punti vendita della Puglia e Matera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *