Fotografia

Ferdinando Scianna in mostra nella sua Sicilia

Ferdinando Scianna, breve biografia

Ferdinando Scianna (Bagheria, Palermo, 1943) è un fotografo italiano noto in tutto il mondo per le sue fotografie in bianco e nero basate su un mix di seduzione e realismo con una certa vena malinconica, come d’altronde la sua Sicilia.

Scianna, che è anche giornalista, si è dedicato alla fotografia sin da giovanissimo, privilegiando soprattutto la fotografia etnografica, descrivendo per mezzo delle immagini la cultura e le tradizioni della sua terra d’origine, contribuendo a rinnovare per questo la visione tradizionale del folclore siciliano.

Nel 1961 s’iscrive, pur se non porterà a termine gli studi, alla facoltà di Lettere e filosofia dell’Università di Palermo e comincia a farsi conoscere come fotografo, ma anche a fare nuove conoscenze. Una di queste riguarda Leonardo Sciascia conosciuto alla sua prima mostra fotografica, sul tema delle feste popolari.

F. Scianna

Fu grazie all’incontro con Sciascia che, ventunenne, pubblica il saggio Feste religiose in Sicilia (1965), che lo porta ad ottenere il prestigioso Premio Nadar.

Nonostante ciò, il libro ricevette non poche critiche per i testi diretti di Sciascia, che denunciava l’essenza materialistica delle feste religiose siciliane. Dirà a tal proposito Scianna:  “Il mio maestro mi fece capire, e mi introdusse ad una certa maniera di vedere le cose, di leggere, di pensare, di situarsi nei confronti del mondo”.

In seguito emigrò a Milano dove cominciò a lavorare per l’Europeo. Grazie a quest’esperienza ebbe modo di diventare fotoreporter, inviato speciale e corrispondente da Parigi, dove fu inviato e dove visse per una decina d’anni. Qui poté collaborare con altre testate giornalistiche, fra cui Le Monde Diplomatique.

leonardo sciascia ferdinando scianna
Leonardo Sciascia. Racalmuto, 1964 © Ferdinando Scianna

L’incontro con Cartier-Bresson e con la moda

Nella capitale francese fu notato dal grande Henri Cartier-Bresson che, ben impressionato dalle sue foto, gli chiese di entrare a far parte dell’agenzia fotografica Magnum Photos (1982). Accettato l’invito Ferdinando lascia l’Europeo per prestare servizio alla Magnum, diventando il primo italiano a far parte dell’agenzia fotografica più rinomata al mondo.

Cominciò negli anni Ottanta a collaborare con stilisti più o meno noti, come un duo emergente di siciliani come lui, Dolce&Gabbana, grazie ai quali si adopererà per la prima volta nella fotografia di moda dando vita ad una delle collaborazioni meglio riuscite nel panorama fashion: grazie, infatti, all’esperienza di fotoreporter Scianna riesce ad amalgamare questa dimensione adattandola ai registri visivi del mondo moda, con il risultato di innovare la fotografia di moda dando un deciso taglio alla sua monotonia patinata.

Questo, naturalmente, decreterà la sua ascesa nel settore portandolo a lavorare con prestigiose riviste internazionali e a realizzare altri servizi in cui dimostrare di saper affiancare, con maestria, autenticità e artificio.

marpessa ferdinando scianna dolce e gabbana
Marpessa per Dolce e Gabbana, 1987. © Ferdinando Scianna

Ferdinando Scianna, la mostra a Palermo

Ferdinando Scianna. Viaggio Racconto Memoria” è la considerevole mostra antologica dedicata a Ferdinando Scianna presso la Galleria d’Arte Moderna, a Palermo. In mostra gli scatti del fotografo, più di 180, realizzati durante l’intera carriera.

Un percorso artistico che si snoda attraverso varie tematiche, dall’attualità alla guerra, dal viaggio alla religiosità popolare, tutte unite da un unico filo conduttore: la costante ricerca di una forma nella confusione della vita.

 

La mostra, dove e quando

Ferdinando Scianna. Viaggio Racconto Memoria, 21 febbraio – 28 luglio 2019, Galleria d’Arte Moderna, via Sant’Anna 21, Palermo. Biglietti: € 10,00 intero, € 7,00 ridotto. Maggiori info qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *