Arte contemporanea

Small Works, al Museo Nuova era di Bari

Small Works, la mostra

I pensieri sono spiriti in movimento, come le onde del mare che fanno sentire la loro voce infrangendosi sulla riva.

Ho pensato a questa citazione di Romano Battaglia per introdurre la mostra – visitabile presso la sede del Museo Nuova Era a Bari – “Small Works”, una collettiva di arte contemporanea che vede coinvolti cinque artisti quali Francesco Granito, Caterina Arcuri, Andrea Crosa, Carlo Battisti e Beppe Biagi.

 
Beppe Biagi
 
 

Un’esposizione in cui la ricerca stilistica si accompagna allo studio e alla dedizione al fine di realizzare opere riconoscibili, che si distinguono per il pensiero artistico che le ha prodotte.

Il pensiero in tal modo – che si traduce in immagine, trasferito su tele, fogli da disegno, carta cotone e altri supporti – tratteggia progetti, disegni e ritagli di parole.

 
 
Caterina Arcuri
 
 

Small Works, gli artisti

Grafismi in bianco e nero si alternano a piccole variazioni cromatiche e scale di grigio, rendendo ogni lavoro espressione unica della sensibilità di ciascun autore.

Dai progetti a matita per opere d’arte di Caterina Arcuri ai piccoli racconti che caratterizzano l’opera di Beppe Biagi, figure dai tratti minimali, appena accennati, sempre in bilico tra sogno e realtà, che sembrano emergere da una dimensione magica e senza tempo.

 
 
Carlo Battisti
 

Raffinate le elaborazioni visive di Carlo Battisti, permutazioni ottiche operate su testi e intrecci di righe tipografiche che diventano un vero e proprio tessuto cartaceo, creando piccoli arazzi linguistici.

Il gioco, invece, è il tema principale del trittico di Francesco Granito, tale da generare un’illusione favorita dal graduale rimpicciolirsi delle forme ed accentuata dall’allungarsi delle ombre sul piano bianco.

 
 
Andrea Crosa
 

Nei lavori su carta di Andrea Crosa, mobili e ambienti interni dai rassicuranti colori pastello sono il simbolo di una sorta di ‘design – à – porter‘.

Come scrive Renato Barilli ”con lui sembrerebbe proprio di essere in presenza del bravo geometra che allestisce una vetrina di progetti, casette per le vacanze, villini unifamiliari, con i rispettivi arredi. Ma intanto, nel suo caso, funziona l’effetto estetico della variazione di scala, secondo il grande modello offerto dalla Pop Art statunitense con Oldemburg in prima persona. Ma anche il far più piccolo è un modo per straniare, l’importante è saltar fuori da una scala ovvia e abitudinaria che ottunde i riflessi”.

 
 
 

Small Works, dove e quando

Small works, 20 maggio – 14 giugno 2017, Museo Nuova Era, Strada dei Gesuiti 13, Bari. Orari: mar.-sab. h. 17:30 / 20:30.

 
 
 
 

 

 

 

 

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *