Eventi Art and Cult

Il Divisionismo di Carlo Fornara a Domodossola

Il Divisionismo, le origini

Il Divisionismo indica quel movimento pittorico collegato alle ultime tendenze dell’Impressionismo, sviluppatosi in Europa tra il 1885 e il 1910. Derivò il nome da un particolare metodo consistente nella scomposizione di un tono nei colori complementari e nella stesura per piccole pennellate di colori puri che, osservati a distanza, ricostituiscono l’unità del tono originario.

Iniziatori del movimento furono in Francia George Seurat e Paul Signac (1884): i loro dipinti sono un mosaico di punteggiature di colori puri posti sulla tela con l’intento di produrre una più interna vibrazione luminosa.

Punto di partenza del movimento furono la teoria dei complementari e le leggi ottiche dei colori derivate dalle scoperte di Newton sullo spettro solare.

giovanni segantini ovile
Giovanni Segantini, Ritorno all’ovile

Il Divisionismo in Italia

In Italia il Divisionismo fu propagandato da Vittore Grubicy  de Dragon, la cui azione ebbe seguito soprattutto in Lombardia,  grazie alla favorevole disposizione verso novità tecniche.

L’affermazione pubblica del movimento la si ebbe nel 1891 alla prima Triennale di Brera, cui parteciparono Gaetano Previati e Giovanni Segantini. Considerato il caposcuola del movimento, il Segantini ne applicò le teorie solo in parte e non scientificamente.

Divisionisti furono anche Angelo Morbelli, Giuseppe Pellizza da Volpedo e altri, come Carlo Fornara.

carlo fornara la processione
Carlo Fornara, La processione

Carlo Fornara, breve biografia

Carlo Fornara (Prestinone, 21 ottobre 1871 –  Craveggia, 15 settembre 1968) cominciò a metter in risalto il suo talento dopo aver iniziato a frequentare i corsi di pittura e disegno presso la locale Scuola d’Arte Rossetti Valentini di Santa Maria Maggiore (provincia di Verbania, in Piemonte).

Qui strinse rapporti di amicizia con altri futuri pittori seguendo gli insegnamenti di Carlo Cavalli, grande conoscitore dell’arte francese di quell’epoca, il quale lo influenzò in maniera decisiva affinché seguisse la via della pittura.

Oltre a Cavalli vi fu un altro personaggio che ebbe un certo ascendente sul nostro Fornara: Giovanni Segantini, il cui improvviso decesso avvenuto all’apice della notorietà lo segnò non poco.

carlo fornara autoritratto venti anni
Carlo Fornara, Autoritratto a vent’anni

In occasione della Prima Triennale di Brera, alla quale partecipò, entrò in contatto per la prima volta con le istanze divisioniste e anche con i pittori seguaci di questa corrente, come Giuseppe Pellizza da Volpedo.

Strinse amicizia anche con Alberto Grubicy de Dragon, titolare della Galleria Grubicy e fratello di Vittore Grubicy de Dragon promotore del Divisionismo a livello europeo, mercante d’arte e pittore lui stesso, fu molto apprezzato da entrambi e messo in contatto con Segantini, che volle il giovane artista come suo assistente in occasione dell’Esposizione di Parigi del 1900.

Grazie al patrocinio dei Grubicy, Fornara fu presente ad esposizioni pittoriche nazionali ed internazionali di un certo spessore in quel periodo; ma l’adesione alla scuola divisionista iniziò gradatamente ad indebolirsi, fino a perdersi del tutto intorno agli anni venti, quando l’artista iniziò una sua ricerca pittorica con uno stile del tutto personale. A partire dal 1922 si ritirò definitivamente nella sua amata Val Vigezzo dove morì nel 1968.

carlo fornara primavera
Carlo Fornara, festa della Primavera

Carlo Fornara alle radici del Divisionismo

Carlo Fornara è il protagonista della mostra presso Casa De Rodis, a Domodossola, “Carlo Fornara. Alle radici del Divisionismo 1890-1910”, in occasione del cinquantenario della morte.

Ad essere al centro dell’esposizione è un periodo in particolare, quello che va dal 1890 al 1910 in quanto fu quello che meglio rappresentò l’innovazione e la  creatività del Fornara.

Una rassegna, curata da Annie-Paule Quinsac, che offre al contempo l’opportunità di poter scoprire Casa De Rodis, dimora nobiliare risalente al Medioevo e luogo di esposizione della mostra.

La mostra, dove e quando

Carlo Fornara. Alle radici del Divisionismo 1890-1910, 25 maggio – 20 ottobre 2019, Casa De Rodis, Piazza Mercato 8, Domodossola, Piemonte. Biglietto intero € 5. Per maggiori info cliccare qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *